19/01/2016

    La storia di Triumph - #5

    John Young Sangster, nato a Birmingham il 29 Maggio del 1896 e conosciuto come Jack Sangster, è stato il salvatore della Triumph di Coventry negli anni ’30.

    Dopo la 'Grande Depressione' del 1929 la Triumph, come molte altre aziende, si ritrova in una grave e profonda crisi economica tanto da costringere la Lloyds Bank a nominare un curatore fallimentare. Questo delicato ruolo è affidato a Mr. Graham che, dopo aver analizzato la disastrosa situazione finanziaria della casa di Coventry, decide di dividere il settore auto dal settore motociclette creando così due società separate. Per ridurre il deficit dell’azienda Mr. Graham deve prendere un drastico provvedimento: sacrificare la produzione delle due ruote. E proprio nel momento in cui sembra arrivata la fine delle motociclette Triumph, entra in scena Jack Sangster.

    L’allora proprietario della Ariel Motors (J.S.) Ltd è a conoscenza della situazione della casa di Coventry e decide di contattare Mr. Graham con lo scopo di rilevare il settore moto di Triumph. La trattativa si svolge durante un viaggio in treno da Birmingham a Londra e all'arrivo del convoglio nella capitale inglese tutti gli accordi sono già stati presi. Al prezzo simbolico di £50.000, e con l'unico obbligo di mantenere la produzione nello stabilimento di Coventry, Jack Sangster acquista il marchio Triumph, lo stabilimento di Coventry sito in Priory Street, le attrezzature produttive, il magazzino ricambi e le motociclette invendute.

    Nel gennaio del 1936 Jack Sangster fonda la “Triumph Engineering Company Ltd” e nomina Direttore Onorario il settantenne Siegfried Bettmann, il primo fondatore. Lo stabilimento di Coventry è di dimensioni maggiori rispetto a quello della Ariel Motors (sempre di proprietà di Sangster) e per questo motivo Sangster decide di puntare tutto su Triumph: chiama, dalla Ariel, il progettista Bert Hopwood e l'allora trentacinquenne Edward Turner al quale affida l'incarico di General Manager e Chief Designer. Nel giro di pochi anni la “nuova” Triumph risolverà i problemi finanziari e tornerà ad essere uno dei più grandi produttori di motociclette inglesi. 

    Nel 1951 Jack Sangster raccoglie i frutti del suo lavoro:  vende la Triumph al Gruppo BSA per 2,5 milioni di sterline, entra nel CdA del Gruppo BSA e, cinque anni più tardi, ne diventa il presidente.

    Nel 1961 si ritira a vita privata e si sposta a Londra dove soggiornerà fino al 26 Marzo del 1977, giorno della sua morte.

    Prodotti correlati

    12/02/2018

    Lancio stampa internazionale nuova Tiger 800

    Siamo appena tornati da Couleurs Berberes, in Marocco, vicino a Marrakech, in compagnia di 12 giornalisti di settore italiani per provare in anteprima la nuova Tiger 800.

    Altre informazioni
    06/02/2018

    Street Twin Nuovo kit “Black”

    Il nuovo kit “Black” per la Street Twin conferisce uno stile e un spirito ancora più aggressivi e determinati alla più venduta fra le modern classic Triumph.

    Altre informazioni
    01/02/2018

    Promozioni di Febbraio

    Scopri tutte le promozioni a te riservate per il mese di Febbraio 2018

    Altre informazioni
    La storia di Triumph - #5